Caffè Turco – Come Fare Il Caffè Orientale

Come Fare Il Caffè Turco

La prima volta che provai il caffè Turco alcuni anni fa rimasi davvero colpito dal suo gusto, piuttosto diverso dal solito sapore del caffè a cui siamo abituati noi in Italia.

Notai con un certo stupore anche la ritualità e l’estrema cura nella preparazione e nel servizio di questa bevanda.

L’esperienza mi piacque molto e dato che non avevo mai bevuto un caffè fatto in quel modo, mi prese la curiosità di sapere come si prepara il caffè Orientale (caffè Turco e Orientale sono sinonimi).

In realtà oltre a studiare il metodo di preparazione di questo tipo di caffè, imparai molte altre cose su di esso e oggi ho pensato di condividerle con voi fedeli lettori di Fattiuncaffe.it.

C’è infatti un mondo di cose molto interessanti da sapere sul caffè Turco, che oltre ad essere buono è anche il risultato di antiche tradizioni tanto che la sua preparazione può essere considerata un vero e proprio rito.

Da un punto di vista storico questa modo di fare il caffè ha le sue origini proprio in Turchia e si è successivamente diffuso in tutto il Medio Oriente, in Nord Africa e nei Balcani.

La tradizione vuole che si possano interpretare le forme che si delineano nella polvere di caffè depositata sul fondo della tazzina al fine di predire il futuro.

Un’altra usanza interessante è che durante i matrimoni con rito tradizionale la sposa deve preparare un caffè perfetto per la madre dello sposo.

Cezve e Tazzine Turche

In realtà la storia di questa bevanda è così ricca e articolata che a Istanbul è stato dedicato un intero museo al caffè Turco!

Cosa Serve

Per fare il caffè Orientale avrai bisogno di questi oggetti:

  • macinino per caffè: serve per ottenere la polvere di caffè. E’ importante che la polvere sia finissima, perché essa andrà aggiunta direttamente all’acqua e finirà quindi nella tazzina. Tradizionalmente si utilizza un macinino realizzato in ottone e si macina fino a ottenere una polvere impalpabile di consistenza molto simile allo zucchero a velo. Chiaramente puoi fare a meno del macinino se riesci a trovare della polvere di caffè molto fine. Macinare i chicchi però ti dà garanzia di una ancora maggiore freschezza della materia prima.
  • cezve (in alcune aree chiamato anche ibrik): è un bricco solitamente realizzato in rame e ottone che serve per fare bollire l’acqua. E’ caratterizzato da una forma più allargata sul fondo e più stretta nella parte alta. Il cezve è dotato di un manico allungato per poterlo maneggiare agevolmente senza scottarsi e di un piccolo beccuccio per versare la bevanda nelle tazzine.
  • tazzina: di solito per bere il caffè Turco si utilizzano le tradizionali tazzine più piccole e basse delle nostre, ma andrà bene anche una tazzina da caffè normale.
Come Fare Caffè Orientale Cezve

Inoltre ti serviranno questi ingredienti:

  • caffè in chicchi da macinare oppure già finemente macinato
  • acqua
  • zucchero (opzionale)
  • spezie (opzionali).

Vediamo ora assieme come preparare il caffè Orientale.

Come Si Prepara il Caffè Turco

Per fare il caffè Turco occorre prima di tutto mettere l’acqua nel cezve, in base al numero di tazzine desiderato. Per ogni tazzina versa indicativamente 50 ml di acqua.

Metti il cezve sul fuoco e attendi finché l’acqua non bolle.

A questo punto togli il cezve dal fuoco e aggiungi la polvere di caffè nella misura di circa un cucchiaino per tazzina.

Eventualmente puoi anche aggiungere zucchero e spezie se lo desideri, dopodiché mescola bene per far si che lo zucchero si sciolga in acqua e per amalgamare il tutto.

Ora rimetti il cezve sul fuoco, facendo attenzione a mantenere la fiamma piuttosto bassa.

Noterai il formarsi di una schiuma sempre più densa a mano a mano che la temperatura aumenta.

Quando la bevanda sta per arrivare ad ebollizione, togli nuovamente il cezve dal fuoco in modo che si raffreddi un po’.

Il segreto per ottenere un caffè più corposo è di rimettere una seconda volta il cezve sul fuoco, portandolo nuovamente molto vicino alla temperatura di ebollizione.

Caffè Turco Polvere di Caffè Fondo Tazzina

A questo punto togli il bricco da fuoco, perché finalmente il tuo caffè è pronto!

Decidi in base al tuo gusto personale se tenere la schiumina che si è formata in cima oppure toglierla, e poi servi il caffè Turco nella tazzina.

Quando versi la bevanda potrai notare che anche la polvere di caffè finirà nella tazzina. Non preoccuparti perché ciò è assolutamente normale, ed è proprio per questo motivo che è fondamentale attendere da uno a due minuti prima di assaporare la bevanda. Questo darà tempo al caffè di decantare in modo che la polvere si posi sul fondo della tazzina.

Una volta che hai finito di bere il tuo caffè Orientale, noterai il tipico strato di polvere sul fondo della tazzina. In ogni caso evita di bere la polvere di caffè che si è depositata.

Se sei curioso di provare a preparare tu stesso il caffè Turco, puoi trovare il tradizionale cezve anche su Amazon a questo link.

Aromatizzare il Caffè Turco

Una cosa che rende ancora più goloso il caffè Orientale è che è possibile (ma non strettamente necessario) aromatizzarlo utilizzando varie spezie.

La scelta degli aromi con i quali arricchire il gusto del caffè Turco dipende dalle preferenze personali e dalle tradizioni della specifica area geografica.

Tra le spezie più comunemente usate vi sono le seguenti:

Caffè Orientale

A me piace particolarmente il caffè Orientale aromatizzato alla cannella, ma adoro provare anche altre spezie di quando in quando.

Il mio consiglio quindi è quello di sperimentare i vari aromi fino a trovare quello che preferisci! Fortunatamente la maggior parte di queste spezie sono facilmente reperibili anche al supermercato sotto casa.

E’ anche possibile mescolare assieme più spezie in varie proporzioni. L’importante a mio parere è non esagerare con la quantità di aromi, evitando di coprire troppo il gusto del caffè.

In ogni caso se decidi di aggiungere spezie al tuo caffè Turco, ricordati di macinarle o tritarle molto finemente.

Dopo averle macinate con cura, mischiale alla polvere di caffè in modo che si amalgamino con essa.

Lascia un commento